Gli otto broccati da seduti o
Planare sopra la terra in groppa a un dragone e contemplare la luna e il sole.

Questo corso è per ora sospeso, a breve lo si potrà prenotare come corso online.

Questo set di Qigong può essere di grande valore per momenti di debolezza, in cui risulti difficile o impossibile praticare da in piedi. E proprio in questi momenti può essere molto importante disporre di una buona pratica di Qigong! Ma non solo per questo: la pratica da seduti facilita anche la consapevolezza per la mobilità e la flessibilità della spina dorsale. In questo senso la sequenza si rivela un ottimo strumento di apprendimento e approfondimento. Pur venendo praticati da seduti, questi qigong non sono per nulla statici. Sono anzi molto dinamici attraverso la vitalità del centro e il movimento della colonna, che inizia e accompagna i diversi movimenti delle braccia e del capo.

Nonostante l’area delle spalle e del collo sia stimolata a sciogliersi e venga lavorata in modo specifico, questi broccati coinvolgono tutto il corpo. Se gli ischi hanno un ruolo importante nel supportare e muovere il bacino e la colonna, i piedi e la terra restano il fondamento ultimo del movimento, lo sostengono e lo nutrono dal punto di vista energetico. Dalla terra e attraverso il centro il movimento arriva fino alla periferia per ritornare al centro e alla terra, secondo il ritmo fondamentale dell’espansione e della contrazione, in analogia e in corrispondenza con il respiro, che diviene gradualmente più profondo, lento e sottiile.

Accanto al nome un po’ asettico che richiama il numero, il valore e la posizione di questi esercizi – gli Otto broccati da seduti – questo set porta anche una denominazione più colorata, che introduce nel mondo mitico, rituale (e/o metaforico) di questi esercizi, aggiungendo un ulteriore elemento di esplorazione alla nostra pratica.

L’ultimo Broccato è un Qigong in quiete. In realtà tutto il set sembra prepararci ad entrare in uno spazio di semplice presenza, in cui sostare alla fine della sessione. E come non sentire il bisogno di un po’ di riposo, dopo l’eccitante ricognizione in groppa al dragone – figura mitologica dalla forza feconda, creatrice e benevola della tradizione cinese?

All’inizio delle lezioni, e poi sempre come introduzione al set, ci avventureremmo in un viaggio più
sobrio, ma non meno interessante, di esplorazione attenta e gentile delle principali direzioni di
movimento della colonna, le onde nelle quattro direzioni, la spirale: il cuore di questi esercizi.